fbpx
Largo Giacomo Matteotti, 32 - 54100 Massa (MS)
+39 0585 042143

Cos’è il Thanksgiving Day?

Popolare grazie al cinema e alla televisione, cos’è il Thanksgiving Day? Il Thanksgiving DayoGiorno del Ringraziamento, è festeggiato sia negli Stati Uniti (l’ultimo giovedì di novembre) che in Canada (il secondo lunedì di ottobre), ma la festa più famosa e conosciuta in tutto il mondo è quella Born in USA.

La festa del giorno del Ringraziamento è molto sentita oltreoceano, l’intera nazione si ferma per riscoprire il valore della famiglia. Le famiglie statunitensi si riuniscono a casa di parenti e amici, infatti la tradizione non prevede di andare al ristorante. Ritrovandosi tutti uniti intorno alla tavola per rievocare i sapori del passato.

Perché si festeggia il Thanksgiving Day? Nell’articolo vedrai l’origine e le tradizioni legate al Giorno del Ringraziamento. Intanto ti dico già una curiosità! Il Black Friday nasce proprio per legarsi a questa festa, infatti cade sempre il quarto venerdì di novembre, giorno successivo al Thanksgiving Day.

Ora facciamo un salto indietro di circa 400 anni nella storia americana e scopriamo la storia del Giorno del Ringraziamento e il menù particolare di questa festa.

Le origini del Thanksgiving Day

Nel 1620 un gruppo di 102 profughi inglesi in fuga dalla Gran Bretagna sbarcò nel Nuovo Mondo. Questi coloni, che passeranno alla storia come “I Padri Pellegrini”, erano stati perseguitati in patria per la loro adesione ad un cristianesimo rigorosamente calvinista. Per questo motivo decisero di imbarcarsi sulla Mayflower e di recarsi nel Nuovo Mondo, nell’odierno Massachusetts. 

L’ambientamento non fu facile, pur avendo portato con loro alcuni semi da piantare, si ritrovarono a vivere in un ambiente inospitale e selvaggio. Inoltre un inverno molto freddo mise a dura prova la nuova comunità, che infatti subì molte perdite.

Grazie anche all’aiuto dei nativi americani, che indicarono ai sopravvissuti quali semi piantare e quali animali allevare, i Padri Pellegrini iniziarono a coltivare colture mai viste prima, come mais, orzo, fagioli e zucche, ottenendo un abbondante raccolto.

Per ringraziare il Signore del raccolto ottenuto, i Padri Pellegrini indissero il Thanksgiving Day. Nel novembre 1623 William Bradford, Governatore della Colonia fondata dai Padri Pellegrini, a Plymouth, emise l’ordine: «Tutti voi Pellegrini, con le vostre mogli e i vostri piccoli, radunatevi alla Casa delle Assemblee, sulla collina… per ascoltare lì il pastore e rendere Grazie a Dio Onnipotente per tutte le sue benedizioni.»

I coloni invitarono alla festa anche i nativi americani grazie ai quali avevano potuto superare le iniziali difficoltà di adattamento ai nuovi territori. In quell’occasione venne consumato un pasto a base di tacchino, zucca e altre pietanze che nel corso dei secoli sono diventate tipiche di questa ricorrenza.

Nel 1789 George Washington dichiarò ufficiale il Giorno del Ringraziamento per tutti gli stati membri, ma l’iniziativa non ebbe seguito. Mentre nel 1863 il presidente Abraham Lincoln proclama l’istituzione ufficiale del Thanksgiving Day, collocando tale festività sul calendario

Il Menù del Thanksgiving Day

Basta con la storia! Cosa c’è per pranzo? Il menù del Giorno del Ringraziamento ruota intorno al classico tacchino. Solo negli USA, più di 40 milioni di tacchini sono consumati durante il weekend festivo ogni anno.

Strana storia quella del tacchino. Gli Aztechi offrirono dei tacchini in dono agli spagnoli, i Conquistadores,  che li importarono in Europa. Poi il tacchino è stato reimportato nel Nuovo Mondo dai Padri Pellegrini a bordo della Mayflower.

Generalmente il tacchino pesa almeno 5 kg end è eviscerato perché servito “stuffed”, cioè riempito di un impasto e cotto per almeno 3 ore con il tacchino spennellato ogni mezz’ora, con il suo liquido di cottura, garantendo così una doratura perfetta.

Il tacchino viene accompagnato con altre delizie tipiche come: 

  • le mashed potatoes, o purea di patate, può essere preparato in diversi modi, ma le più usate sono quelle preparate con un pò di aglio, o con la panna acida, o con il cheddar
  • mais, patate dolci, carote, fagiolini e cavoletti di Bruxelles
  • la salsa gravy, che è composta dal liquido rilasciato dal tacchino in fase di cottura mischiato ad acqua, farina di mais, sale e pepe
  • la salsa di cranberry, da molti scambiati per mirtilli ma si tratta dell’ossicocco (mirtillo di palude), Questa salsina dovrà essere servita fredda

Il pranzo del Thanksgiving Day termina con i dolci, dove la zucca e le mele la fanno da padrona. Dalla classica Apple Pie alla Pumpkin Pie, la torta di zucca, oppure la Pacan Pie, una crostata fatta con sciroppo d’acero e noci pecan; e poi non possono mancare i Cinnamon Muffin (muffin alla cannella), i Brownies al cioccolato e l’Apple Crumbles.

Alcune curiosità sul Thanksgiving Day

In molte città americane il giorno del ringraziamento si svolge una parata. La più famosa è fatta a New York organizzata dai grandi magazzini Macy’s, la Macy’s Parade. Avviene la mattina del giovedì di festa con la sfilata di carri e i palloni aerostatici da Central Park West fino, ovviamente, a Macy’s.

Le scuole sono chiuse per tutto il fine settimana. La NFL (la lega del football americano) che, come da tradizione americana, celebra il Thanksgiving Day con 3 match che promettono grande spettacolo. E come già detto il venerdì successivo, c’è il Il Black Friday che dà inizio negli USA alla stagione dello shopping natalizio.

Ogni anno il Presidente degli USA  pronuncia un discorso solenne per il Thanksgiving Day. E sempre alla Casa Bianca ogni anno, qualche giorno prima del Ringraziamento, avviene una cerimonia la Thanksgiving Turkey Presentation. Il presidente concede a due tacchini la ‘grazia’ e non finiscono in forno!

E come ti ho detto all’inizio il Thanksgiving Day è stato il protagonista o lo sfondo a molti film hollywoodiani e una gran quantità di puntate nelle serie televisive. Per citarne alcuni: Piccolo orfano di William Hanna e Joseph Barbera (1949); Hannah e le sue sorelle di Woody Allen (1986); La famiglia Addams 2  di Barry Sonnenfeld (1993); Un biglietto in due con Steve Martin e John Candy (1987); Pocahontas della Walt Disney Animation Studios (1995); A Charlie Brown Thanksgiving (1973).

Concludendo

Il Thanksgiving Day una delle feste nazionali molto sentita dal popolo americano, ha un’origine storica con molte usanze che sono arrivate ai nostri giorni. Negli anni la parte religiosa è andata via via scemando lasciando spazio alla celebrazione laica. Che consiste principalmente nel trovarsi con le persone care attorno ad una tavola imbandita.

Stay Tuned!

P.s.: Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Social

Vuoi rimanere aggiornato: 

Keep in Touch!!!

Related Posts

Leave a reply


WhatsApp WhatsApp us