fbpx
Largo Giacomo Matteotti, 32 - 54100 Massa (MS)
+39 0585 042143

Scopriamo l’American English

Scopriamo l'American English

Continuiamo il nostro viaggio alla scoperta della lingua inglese. Oggi ci concentriamo sull’American English. Un po’ di tempo fa ti avevo scritto quelle che sono le principali differenze tra l’American English e il British English. Abbiamo esaminato i principali accenti dell’inglese utilizzati nel mondo, mentre oggi andiamo negli USA.

Un po’ di storia dell’American English

Non è una cosa da dire ad un suddito di sua Maestà, ma l’accento americano è in realtà più vecchio di quello del Regno Unito. Quando i primi coloni sbarcarono per la prima volta nel Nuovo Mondo dall’Inghilterra, portarono con loro la lingua. In quell’epoca l’accento inglese era caratterizzato dal “rhotic speech” ovvero un modo di parlare rotico. 
American English

Il rhotic speech è una delle principali caratteristiche che distinguono l’America English dal British English. Perché? Intorno al 19° secolo nel Regno Unito, le classi benestanti volevano un modo per distinguersi dalle classi povere. Quindi iniziarono a cambiare il rhotic speech in una “r” dal suono dolce. Ovviamente tutti volevano imitare questo nuovo modo di parlare, che gli inglesi ora chiamano “Received pronunciation”, il risultato fu che si diffuse in tutto il resto dell’Inghilterra. Mentre negli USA il rhotic speech è rimasto come modo di parlare.

L’American english e il British english hanno seguito un’evoluzione diversa se si pensa alle influenze culturali che hanno coinvolto l’una e l’altra lingua. I coloni nel Nuovo Mondo trovarono un ambiente molto diverso da quello a cui erano abituati in Europa. Con il tempo presero in prestito da altre lingue parole per esprimere nuovi concetti.

Molte parole usate negli USA hanno origine dalle lingue dei nativi americani. Adottarono molti termini anche dai coloni di altre nazionalità. Ad esempio dal francese adottarono le parole bureau, coulee, barbecue; dallo spagnolo canyon, mesa, Arroyo e dall’olandese la parola cookie.

Una grande nazione, molti accenti

Gli USA sono una grande nazione e il modo in cui si pronunciano le parole in inglese può variare da città a città. Ogni città o regione ha il proprio accento particolare e le proprie peculiarità. Ovviamente ci sono delle differenze tra l’accento californiano e quello di New York, o tra il Nord e il Sud degli States ma sono tutti molto facili da capire anche per le orecchie dei principianti. Vediamo insieme i principali.
  • L’accento del Midwest

Generalmente quando si riferisce all’accento generico americano si intende l’accento del Midwest. Si tratta dell’accento usato più di frequente, in particolare nel cinema e nella musica. È compreso e parlato in tutti gli USA. L’accento del Midwest sfrutta il “rhotic speech” di cui ti ho scritto prima. Anche se è l’accento americano comune, i suoi usi variano così tanto che è difficile individuare i tratti distintivi.
  • L’accento di New York

Questo è l’altro accento americano più famoso, il New Yorkese. Immortalato in molti film, nelle sit-com ambientate nella grande mela. Prova ad ascoltare in lingua originale Joey uno dei protagonisti della serie televisiva “Friends”. Il New Yorkese non utilizza il il “rhotic speech”. A New York potrai sentire anche vocali arrotondate corte come “father” (padre), che diventa “faw-thuh”, e “dog” (cane), che  diventa “daw-ug”. Visto che New York è una delle tappe preferite da noi italiani per le vacanze negli USA, ti prometto che pubblicheremo un articolo solo per questo accento.
  • L’accento dell’Eastern New England

L’accento del New England è anche conosciuto come “accento di Boston”. Si riferisce anche agli accenti vicini, ossia Eastern Massachusetts, Rhode Island, Maine, Eastern New Hampshire ed Eastern Connecticut. Molte di queste regioni mantengono elementi degli accenti del primo inglese moderno. Come per il New Yorkese, la caratteristica principale dell’accento dell’Eastern New England è il non roticismo. A differenza degli altri accenti americani, i New Englanders non pronunciano la “r” alla fine delle sillabe.
  • L’accento dell’Inland/Mountain Southern

Conosciuto anche come “cadenza del sud” o “accento di paese”, l’accento meridionale è solitamente più lento e con parole più corte. Puoi sentire questo accento nel Texas, nel Tennesse e in molti altri posti. È un accento più gutturale. Le parole che terminano in -in, -en, -im ed -em vengono pronunciate con la stessa vocale, Mentre la vocale di parole come thought e dog cambiano e tendono a essere un po’ più basse.

American English: espressioni fondamentali

Ecco qualche espressione da ricordare se parli con un americano:
  • Y’all/you guys = usato per riferirsi a due o più persone alla seconda persona
  • Sucker = qualcuno facilmente ingannabile/malleabile/impressionabile
  • For real = parlare sinceramente/onestamente; può anche essere sinonimo di genuino
  • Bail = andarsene in fretta, uscire da qualcosa, spesso in modo problematico/con difficoltà
  • Bounce = andarsene, uscire
  • The holidays = Natale e tutto il periodo natalizio
  • Dough/green/bucks/bills/smackers = soldi

Concludendo

L’American English presenta delle differenze fonetiche e lessicali rispetto al British English dovute alla storia e all’evoluzione della lingua. Comunque se parli il British English non devi preoccuparti. Britannici e americani quando dialogano, si comprendono perfettamente, quindi non temere di non esser compreso negli USA se utilizzi un inglese britannico. Ti lascio con un filmato che riprende i risultati di una ricerca linguistica condotta nel 2003 da Bert Vaux per l’Harvard Dialect Survey. Buona visione.

Stay Tuned!

P.s.: Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Social

Vuoi rimanere aggiornato: 

Keep in Touch!!!

Related Posts

Leave a reply


WhatsApp WhatsApp us