Largo Giacomo Matteotti, 32 - 54100 Massa (MS)
+39 0585 042143

La cucina Americana

Oggi andiamo a conoscere più da vicino la cucina Americana. (Se ti sei perso l’articolo sulla cucina Inglese CLICCA QUA) La cucina americana nasce dalla fusione e integrazione delle usanze gastronomiche sbarcate sugli USA, in un periodo storico relativamente breve. Agli elementi della cucina dei nativi, fondata sull’uso di mais e legumi, si aggiunsero gli apporti dei colonizzatori prima e degli immigrati multietnici poi.

I coloni europei, prevalentemente di origine anglosassone, olandese e francese al Nord e spagnola e portoghese al Sud, diedero origine a un doppio processo, importando molti dei loro alimenti nel Nuovo mondo, ma anche incorporando rapidamente nella propria cucina i prodotti locali. Anche gli schiavi introdotti dall’Africa, svilupparono una propria cucina che associava al mais e legumi altri ingredienti poveri. La cucina americana con l’afflusso successivo immigratorio, dall’Europa e dai Paesi orientali, è stata ulteriormente influenzata dall’introduzione di nuovi cibi e fusioni gastronomiche. 

Da questo intreccio di sapori e culture nasce la cucina americana. Cucina con una propria precisa personalità. E dall’America si sono sviluppati i cibi cosiddetti “di convenienza” che hanno l’obiettivo di accorciare i processi di preparazione come i cibi in scatola, i cibi surgelati e le miscele pre-dosate. E sempre dagli USA nascono le varie catene di fast food (alcune presenti anche da noi) come McDonald’s, Pizza Hut, Burger King e Starbucks. Non dimentichiamoci dei venditori ambulanti, piazzati lungo le strade e nei parchi, con i loro carrelli metallici, carichi di hot dog e salse di ogni genere.

I piatti tipici della cucina americana

  • Hot dog

Gli hot dog sono una tipica ricetta americana, composta da una panino morbido dal gusto dolce ripieno di wurstel e farcito con ketchup, senape o maionese, a cui è possibile aggiungere anche delle verdure come insalata, pomodoro, cipolla, crauti, oppure del bacon o formaggio. L’hot dog è il classico street food da mangiare con le mani!

Variante più golosa del classico hot dog, è il chili cheese dog. Con tanto chili e formaggio che rappresentano una variante davvero imperdibile del panino tipico americano. 

  • Hamburger

Per questo piatto non abbiamo bisogno di spendere molte parole, ormai famoso anche in Italia grazie ai film made in USA e ai vari fast-food. Origini tedesche ma fama e adozione a pieno titolo americana, negli Stati Uniti e in Canada, gli hamburger sono un must, sia da consumare nei vari fast food sia quelli preparati e serviti al ristorante. 

Gli hamburger sono generalmente serviti con lattuga, pomodoro, cipolle, sottaceti e patatine fritte. I condimenti sono gli immancabili ketchup, senape, maionese e salsa barbecue. Gli alimenti che accompagnano gli hamburger possono variare a seconda dello Stato o della città, particolarmente in quei ristoranti che non appartengono a catene commerciali.

  • Barbecue Ribs 

Impossibile non parlare di BBQ, se parliamo di Stati Uniti d’America. Uno dei classici che vedrai sempre sulle tavolate delle grigliate domenicali: le costolette! Una carne succosa e morbida condita, per non farsi mancare proprio nulla, con un bel po’ di salsa barbecue dall’inconfondibile sapore di affumicato. Ti leccherai le dita, te lo assicuro.

  • Buffalo Wings

Le amate e piccanti ali di pollo americane, chiamate buffalo wings per la città nord-orientale dell’America, sono un altro piatto rigorosamente da mangiare con le mani. Le buffalo wings sono un must da gustare durante le partite di football. Se ne consumano 1,23 miliardi ogni weekend del Super Bow, accompagnate da una birra ghiacciata e un cestino di french fries. Forchette e coltello sono banditi dalla tavola.

  • Mac and Cheese

Questo è un’altro piatto famoso per esser apparso in molti film o telefilm americani. È un piatto apprezzato dai bambini americani. Si tratta di pasta corta, condita con una salsa preparata con formaggi di vario tipo.

  • Fried Chicken & Waffles

Questo piatto è tipico della cucina del sud degli Stati Uniti. Servito tradizionalmente per colazione, waffle, appunto, pollo fritto, sciroppo d’acero e burro. Ormai è più un piatto che si consuma per pasti principali, come pranzo o cena.

  • Corn Dogs

I Corn Dogs sono il piatto tipico dei parchi divertimento a stelle e strisce. Un po’ come le frittelle da noi, questi würstel sono prima di tutto infilzati (per renderli “street food”) poi ricoperti di una pastella fatta con farina di mais per poi essere immersi nell’olio per essere fritti.

  • Pulled Pork Sandwich

Il porcellino e il manzo sono gli animali più venerati d’America. Per questa ricetta la carne viene cotta per ore a basse temperature, per fare in modo che si riesca a staccare usando semplicemente una forchetta. Si mangia sia così, da solo, sia in versione sandwich.

  • Sloppy Joe

Anche in questo sandwich la carne di manzo la fa da padrona, Lo Sloppy Joe è panino con carne di manzo tritata, cipolle, ketchup, Worcestershire sauce (salsa inglese agrodolce, leggermente piccante) e altre spezie. Una sorta di chili senza peperoncino servito su un panino. 

  • Pastrami sandwich

Il simbolo dello street food newyorchese arriva dalla Romania. Il sandwich a base di pastrami nasce da un metodo per conservare la carne in salamoia essiccandola poi in un secondo momento e condita con spezie come coriandolo, aglio, paprika, pepe nero, chiodi di garofano. Affumicata e infine cotta a vapore, è servita tra due fette di pane di segale.

  • Philly Cheesesteak

Il Philly Cheesesteak, il tipico street food delle strade di Philadelphia. È un panino farcito di fettine sottili di bistecca, cipolla, abbondante formaggio fuso e verdure saltate, peperoni in testa.

  • Lobster Roll

Rimanendo sempre in tema di street food, per gli amanti dell’aragosta il Lobster Roll è un altro piatto imperdibile della cucina americana. L’aragosta è ottima e il contrasto con il pane caldo e leggermente croccante vi conquisterà al primo boccone.

  • PB & J

Per merenda gli americani amano il PB & J, ovvero il peanut butter and jelly sandwich. È un sandwich fatto con fette di pancarrè, burro di arachidi e marmellata (ma di quelle gelatinose), la maggior parte delle volte di mirtilli.

  • Caesar salad

La Caesar salad è una famosa ricetta americana ormai diffusa in tutto il mondo. Non tutti però sanno che la paternità di questo piatto è italiana. Lo chef che l’ha inventata si chiama Cesare Cardini, emigrato negli Stati Uniti dopo la prima guerra mondiale. La famosa insalata che porta il suo nome, unisce ingredienti made in Italy e altri tipicamente americani. Composta da lattuga romana, crostini di pane soffritti, formaggio parmigiano, condita con una salsa fatta di succo di limone, olio di oliva, uova, aglio e salsa Worcestershire.

  • Thanksgiving Turkey

Negli USA, per celebrare il Thanksgiving, il giorno del Ringraziamento, in nessuna casa si rinuncia al tacchino (Prossimamente voi prometto che scriverò un articolo per conoscere meglio questa festività americana) . Il Thanksgiving Turkey è un tacchino ripieno. Servito con purè (mashed potatoes), cranberry sauce e verdure miste (che nella maggior parte dei casi sono un mix di fagiolini, mais e carote), non c’è tavola americana senza il suo tacchino almeno una volta all’anno.

  • Bagels

La forma tipica del bagel è quella di una ciambella. Viene realizzato con una pasta lievitata che viene prima bollita e poi passata in forno e può essere cosparso con semi di sesamo o di papavero. Ha una consistenza morbida e spugnosa all’interno mentre all’esterno ha una crosticina lucida e croccante.

Non si sa di preciso quando il bagel arrivi negli Stati Uniti, si sa solo che viene introdotto dagli immigrati polacchi e che all’inizio la sua consumazione era circoscritta alle comunità ebraica ed est – europea. Mentre ai nostri giorni è diffuso nelle città americane e in tutto il mondo anglosassone.

  • Pancakes

Ah, i pancake. Quelle frittelle soffici, dolci e gustose che si abbinano perfettamente a uova strapazzate e bacon, con una noce di burro sopra e un goloso rivolo di sciroppo d’acero. I pancake sono i grandi protagonisti del classico brunch domenicale.

  • Pumpkin Pie

La torta di zucca è tipica della Festa del Ringraziamento. Si tratta di una torta con una base simile alla pasta frolla, poi farcita con un impasto di zucca, zenzero, noce moscata, cannella e chiodi di garofano. Tutti profumi che ricordano l’autunno.

  • Apple pie

Quando si parla di cucina Americana, una delle ricette che vengono subito alla memoria è senza dubbio la mitica torta di Nonna Papera, la Apple Pie, meglio conosciuta oltreoceano come American Pie. La torta della nonna americana è una sfoglia fragrante con mele renette, cannella, limone, noce moscata. L’American Pie è diventata anche il simbolo del sogno americano della classe media degli anni ’50, sogno poi infranto e celebrato nella famosa (e omonima) canzone di Don McLean rifatta poi da Madonna.

  • New York Cheesecake

Uno dei più famosi dolci americani affonda le sue origini risalgono all’antica Grecia e pare che sia stata popolare anche al tempo dei romani. Oggi però l’inimitabile, l’originale, è quella che nasce a New York. Le versioni sono numerosissime e disparate: dalle parti della Grande Mela dicono però che una vera cheesecake debba avere una base di graham crackers e la crema di latte con uova intere e tuorli.

  • Brownies

Se siete amanti del cioccolato, questo dolcetto fa decisamente per voi. È un incrocio tra una torta e un biscotto morbido, che vi conquisterà al primo morso. Meglio ancora se seguito da un bicchiere di latte o una bella tazza di caffè, sono un dessert tipico americano, che può essere farcito anche con noci o altra frutta secca.

  • Cupcake

Non c’è festa di compleanno in America che possa dirsi tale senza cupcakes. Queste mini-torte con la glassa (frosting) di vari colori. A rendere celebri questi dolci fu Magnolia’s Bakery, il negozio di cupcake più famoso nel mondo della televisione e del cinema americano..

  • Donuts

Le famose ciambelle fritte immancabili nei film americani polizieschi, e tanto amate da Homer Simpson. I Donuts sono di solito a forma di ciambella con o senza buco fritte, e spesso ripiene e glassate. 

  • La cottura della carne

Quando in un ristorante ordini la carne, ricordati di specificare sempre la cottura: rare (al sangue), medium (normale) e well done (molto cotta).

Concludendo

Spesso nel mirino della critica, soprattutto da parte di chi fa notare come quello americano sia uno dei popoli più obesi sulla faccia della terra, la cucina a stelle e strisce è comunque da sempre in grado di regalare momenti culinari ai quali è difficile non cedere. Ogni angolo del mondo ha le sue specialità e, se vogliamo davvero dire di aver visitato una località, è bene lasciarci conquistare dai sapori proposti, superando eventuali titubanze che si scontrano con le nostre abitudini alimentari.

Non rimane che augurarvi un Buon appetito, o meglio un “Enjoy your meal”.

Stay Tuned!

P.s.: Caro lettore o cara lettrice se questo articolo ti è piaciuto e vuoi fare qualcosa per ringraziarci, non ti resta che condividerlo con i tuoi amici cliccando qui sotto.

Related Posts

Leave a reply


WhatsApp WhatsApp us