fbpx
Largo Giacomo Matteotti, 32 - 54100 Massa (MS)
+39 0585 042143

Differenze tra l’inglese britannico e l’inglese americano

Molto spesso si dice che la Gran Bretagna e gli Stati Uniti d’America sono due nazioni divise ma accomunate dalla stessa lingua. È vero l’inglese è la lingua universale per eccellenza, eppure l’inglese di Shakespeare e l’inglese di Edgar Allan Poe non sono uguali! Esistono alcune differenze: scopriamole insieme!

Il vocabolario

Nel vocabolario inglese e in quello americano ci sono ben 100 parole appartenenti al linguaggio quotidiano che sono diverse. Per esempio: se parliamo di vacanze o ferie, gli americani dicono vacation, invece gli inglesi holidays o hols. I newyorkesi dicono di vivere in apartaments, invece i londinesi in flats.

L’accento

È difficile stabilire chiaramente quale sia la differenza tra l’accento inglese e quello americano: gli Stati Uniti e il Regno Unito, infatti, contano al loro interno numerosissime variazioni. Un texano e un newyorkese, ad esempio, sono entrambi americani però i loro accenti sono estremamente diversi. Lo stesso succede per gli accenti provenienti da Londra, Manchester o Glasgow…tutti britannici eppure così differenti!

Nomi collettivi 

Quando pensiamo ai nomi collettivi, pensiamo ad un gruppo di individui. Nell’inglese britannico, un nome collettivo (come comitato, governo, squadra…) può essere sia singolare che plurale, nonostante quest’ultima variante sia più diffusa, dando enfasi ai membri del gruppo, ad esempio come del tipo “The team are playing tonight”. Negli Stati Uniti, al contrario, i nomi collettivi mettono l’accento sul gruppo come entità e sono, pertanto, sempre singolari, ad esempio staff, band o team.

Grammatica

Le differenze di grammatica sono un po’ più complesse del previsto. La grammatica è già un argomento difficile per qualsiasi studente, quindi cercherò di essere breve, chiara e semplice.

  • Differenza 1: l’uso del passato prossimo (inglesi) rispetto al passato semplice (americani)

Inglese britannico: I have gone to the shop. (Sono andato al negozio)

Inglese americano: I went to the shop. (Sono andato al negozio)

  • Differenza 2: possesso  (avere), gli inglesi “have got” mentre gli americani “have”

Inglese britannico: Have you got a dog? (Hai un cane?)

Inglese americano: Do you have a dog? (Hai un cane?)

  • Differenza 3: il verbo “to get” (prendere) diventa “got” nel passato per gli inglesi e “gotten” per gli americani

Inglese britannico: she has got a facial. (Ha fatto una pulizia del viso)

Inglese americano: She has gotten a facial. (Ha fatto una pulizia del viso)

  • Differenza 4: Shall we (inglesi) o will we (americani)

Inglese britannico: I shall never forget what you did. (Non mi dimenticherò mai quello che hai fatto)

Inglese americano: I will never forget what you did. (Non mi dimenticherò mai quello che hai fatto)

  • Differenza 5: il verbo “to need” (aver bisogno) nella forma negativa diventa “needn’t” in Gran Bretagna e “don’t need” in America.

Inglese britannico: we needn’t go there today. (Non abbiamo bisogno di andare lì oggi)

Inglese americano: we don’t need to go there today. (Non abbiamo bisogno di andare lì oggi).

Scrivere e dire le date

Per i sudditi di sua Maestà la data si scrive, ad esempio, 1st February 2019 e si dice: “the first of February”. Mentre negli Stati Uniti la data si scrive February 1st, 2019 e si dice: “February first”.

Question Tags

Le question tag sono strutture grammaticali che hanno l’obiettivo di incoraggiare le persone a rispondere soprattutto per quanto riguarda l’accordo con l’interlocutore. Gli americani utilizzano di meno queste strutture rispetto agli inglesi.

Spelling

Sono molte le differenze di ortografia tra inglese britannico e americano. Basti pensare a colour (british english) vs color (american english), behavior vs behaviour, traveled vs travelled.

Perché queste differenze?

Il motivo per cui gli americani parlano in inglese è ovviamente di carattere storico: nel diciassettesimo secolo in Nord America giunsero i primi coloni provenienti dalla Gran Bretagna. Ma a quei tempi il Nord America presentava  una grande varietà di lingue a causa della presenza di coloni provenienti da tutta Europa: francesi, spagnoli, olandesi, tedeschi, e altri, oltre ovviamente  nativi. 

Il contatto con i parlanti delle altre lingue dal diciassettesimo secolo ha subito causato il fenomeno del prestito linguistico, ossia l’acquisizione di parole appartenenti ad altre comunità linguistiche.Una serie di parole nacque negli Stati Uniti in seguito alla rivoluzione industriale e ai cambiamenti eccezionali che essa ha comportato.

Concludendo

Le differenze non sono moltissime e non rappresentano uno scoglio linguistico. Se parli l’inglese britannico, non devi però preoccuparti. Perché in fin dei conti i britannici e gli americani quando dialogano, si comprendono perfettamente, quindi non temere di non esser compreso in America se parli un inglese britannico.

Tu preferisci l’inglese di sua maestà o quello americano? Quali di queste differenze conoscete? Seguiteci sui social (Facebook e Instagram) ogni lunedì postiamo una parola nuova.

Stay Tuned!

P.s.: Se pensi che l’articolo possa essere utile anche ai tuoi amici, condividi l’articolo sui Social

Vuoi rimanere aggiornato: 

Keep in Touch!!!

Related Posts

Leave a reply


WhatsApp WhatsApp us