Largo Giacomo Matteotti, 32 - 54100 Massa (MS)
+39 0585 042143

Come scrivere un CV di successo in inglese

Come scrivere il tuo CV di successo in inglese? Basta tradurre quello in italiano? La risposta è no! Stai cercando lavoro all’estero o in una azienda in cui dovrai parlare inglese? Anch’io anni fa mi sono trovata nella tua situazione. (Puoi vedere le mie esperienze lavorative dal mio profilo di Linkedin) Per i non madrelingua scrivere un curriculum vitae può essere un problema. So cosa vuol dire la difficoltà e complessità nello scrivere il CV in inglese. Ecco perché ho deciso si scrivere questo articolo.

Il CV è un elemento essenziale. È il primo biglietto da visita che presenti ad un tuo potenziale datore di lavoro. Il CV ha il compito di farti conoscere e descrivere le tue esperienze e capacità. First impression counts! La prima impressione che si dà è importantissima! Per questo è utile avere un’idea chiara della struttura di un CV in inglese. Quindi cosa includere o non includere. Di seguito ti darò alcuni consigli su come preparare il tuo CV in inglese e alcuni errori da evitare.

Tipi di CV in inglese

Partiamo da un primo aspetto da tenere in considerazione: nei paesi anglofoni il curriculum europeo non è bene accetto. Secondo aspetto, il curriculum vitae in inglese va personalizzato! Devi adeguarlo in base ai tuoi obiettivi professionali ma anche in relazione all’azienda che vuoi raggiungere. Terzo aspetto, in USA si utilizza il termine RESUME non curriculum vitae.

  • Chronological CV: è un curriculum vitae in lingua inglese che organizza in ordine cronologico le tue esperienze formative e professionali, partendo dalle più recenti. 
  • Skill-based CV: è un tipo di CV che mette in evidenza le tue capacità e competenze, sia personali che tecniche.

La scelta del modello è estremamente importante: deve essere in grado di mettere in risalto le qualità del candidato al primo colpo d’occhio. Un’altra cosa da ricordare: nel mondo anglosassone un cv non è un cv se non è corredato da una lettera di presentazione, una cover letter.

Struttura del CV

  • Personal Details

Nei CV in Italia siamo abituati a inserire tutti i nostri dati personali. Per un CV in inglese non sono indispensabili. Secondo l’Equality Act, i dati personali non sono necessari, in quanto potrebbero risultare discriminatori. Non è necessario inserire la propria data di nascita, il proprio genere, il proprio stato civile o stato di famiglia. Inserisci solo nome, cognome, dati di contatto e indirizzo di residenza.

  • Foto

La foto va incluso oppure no? Nel Regno Unito e negli Stati Uniti non è pratica diffusa quella di includere una fotografia nel CV. Molte aziende non gradiscono la foto, anche in questo caso per questioni legali non devono fare discriminazioni in base all’aspetto fisico ma scegliere solo in base alle esperienze e skills del candidato. Quindi a meno che non sia richiesta nel processo di application non inserire la foto.

  • Personal Statement

È un breve paragrafo introduttivo di quattro o sei righe, che ti presenta professionalmente. È un sunto del tuo profilo, delle tue abilità, delle tue qualità e delle tue esperienze. L’obbiettivo è di catturare l’attenzione di chi legge il tuo CV già dalla prima occhiata. Ricorda quattro o sei righe, quindi devi essere sintetico e dare il giusto peso ad ogni parola. Focalizzati sulle skills e sulle esperienze rilevanti rispetto alla posizione per cui stai facendo domanda.

  • Education

In questa sezione devi inserire i tuoi titoli di studio e le tue qualifiche accademiche. Inserisci prima le qualifiche più recenti, includi la date di inizio e fine di ciascun percorso formativo, nonché il nome dell’istituzione.

  • Work experience

In questa sezione devi inserire le tue esperienze professionali in ordine cronologico inverso. Devi includere il nome dell’azienda per la quale hai lavorato, la tua posizione e le tue responsabilità principali. Inserisci anche i risultati raggiunti. Pensa a come scrivere, in inglese, una breve descrizione di ciascuno dei lavori che hai svolto. Cerca di rendere le descrizioni rilevanti rispetto al lavoro per il quale stai facendo domanda.

  • Skills

La sezione abilità è molto utile da inserire nei curricula inglesi. Descrivi le tue abilità, meglio se in linea con l’offerta di lavoro per cui ti stai candidando. In questa sezione devi inserire le lingue straniere conosciute e naturalmente la tua lingua madre. Indica il livello di conoscenza di ciascuna lingua, preferibilmente distinguendo fra scritto, lettura e parlato. Come riferimento utilizza il Quadro comune europeo.

  • Interests

Se vuoi è possibile inserire anche una sezione di interessi e hobby, ma non è obbligatoria. Se li vuoi inserire, questi dovrebbero essere interessi che corrispondono al lavoro per cui stai facendo domanda, e che dicano qualcosa di te.

  • References 

questa sezione, che non è obbligatoria per un Cv in Italia, è invece da inserire assolutamente in un cv inglese. Non serve inserire i contatti dei vostri ex datori di lavoro, ma bastano i loro nominativi e la dicitura che possono essere, ovviamente su richiesta e dopo consenso, contattati.

Errori da evitare

  • Lunghezza eccessiva

Una caratteristica del cv in inglese è la sinteticità. Il curriculum deve essere conciso! Usa empatia! Perché? Gli esaminatori devono scorrere molte candidature ogni giorno e sicuramente non hanno voglia di affrontare documenti prolissi.

Due facciate di A4 dovrebbero essere più che sufficienti.Descrivi chi sei senza perderti in lungaggini, in modo breve e chiaro. Cerca di essere schematico e di procedere con ordine e ricorda, nessuno è interessato ad una certificazione ottenuta quando eri alle medie.

  • Errori grammaticali 

Può sembrare banale, ma il primo requisito è che il tuo CV sia scritto in modo corretto, senza errori grammaticali e sintattici. Prenditi del tempo per scrivere il tuo CV, prendi spunto da esempi presenti online (solo fonti affidabili, ti raccomandiamo!), consulta testi di grammatica per ogni dubbio. Fai leggere il tuo curriculum ad un amico o persona competente. L’importante è che, alla fine, tu sia assolutamente sicuro della correttezza ortografica, grammaticale e sintattica del tuo CV.

  • Formattazione non adeguata

Ricorda, anche l’occhio vuole la sua parte! Cerca di non creare un blocco unico di testo, utilizza titoli, elenchi puntati e grassetti. È un elemento fondamentale, in grado di comunicare ordine ed equilibrio su chi  leggerà il tuo CV. Quindi, presta la massima attenzione all’impaginazione, alla spaziatura e all’allineamento del testo.

  • Mancanza di personalizzazione

Crea un CV specifico, personalizzato, per ogni azienda nella quale desideri lavorare e per la posizione specifica per cui ti candidi. Nella descrizione del tuo percorso professionale, metti in risalto le tue esperienze lavorative e le tue competenze in linea con la posizione per cui ti candidi. Studia bene il loro sito per capire cosa cercano e quali siano i loro valori ed esponi le tue abilità e skills di conseguenza. 

  • Un curriculum troppo Italian style

Una semplice traduzione del CV italiano in inglese non è professionale. Come detto evita il CV Europeo. Il testo oltre che corretto grammaticalmente dovrà essere adatto al contesto internazionale o eventualmente anglosassone, che nel campo dell’HR presentano caratteristiche e regole particolari, diverse da quelle italiane. Fai molta attenzione alla conversione dei titoli accademici che hai conseguito, visto che il sistema scolastico dei paesi anglosassoni è molto diverso da quello italiano.

Concludendo

La premessa per la buona riuscita del tuo CV in inglese è quindi una buona padronanza della lingua. Il tuo CV dev’essere semplice da leggere, chiaro, accurato, onesto ma, soprattutto, deve riportare in maniera completa la tua esperienza.

Ma l’errore è dietro l’angolo quindi ricordati di far leggere il tuo CV ad amici e conoscenti con una solida conoscenza dell’inglese, per individuare eventuali refusi o imprecisioni. La persona che leggerà il tuo curriculum in inglese potrà inoltre darti preziosi feedback in merito alla formattazione, alla leggibilità e alla chiarezza dei contenuti. Se hai bisogno d’aiuto scrivici.

Break a leg!

Stay Tuned!

P.s.: Caro lettore o cara lettrice se questo articolo ti è piaciuto e vuoi fare qualcosa per ringraziarci, non ti resta che condividerlo con i tuoi amici cliccando qui sotto.

31 Ottobre 2019

Leave a reply


WhatsApp WhatsApp us